COME TRATTARE L’ONICOFAGIA


  

L'Onicofagia è l'abitudine di rosicchiarsi il margine libero dell’unghia, spesso legato ad uno stato d’ansia. Nel tempo questo comporta il cambiamento della forma dell’unghia ed un avanzamento della parte superiore del polpastrello.

I rischi più frequenti sono infezioni ed infiammazioni sia del letto che del solco ungueale. Le cuticole si presentano spesso ingrossate accompagnate da una forte crescita. Si possono verificare addirittura danni alla matrice.

In questo specifico caso si consiglia la Ricostruzione Artificiale dell'Unghia

La Ricostruzione delle Unghie, come ormai ben sappiamo, è utile soprattutto per curare l’Onicofagia che è una vera e propria malattia. Il soggetto però, deve essere convinto al cento per cento di voler guarire, altrimenti è solo tempo e denaro perso. 

La ricostruzione può avvenire in diversi modi a seconda della gravità e dello stato delle Unghie, ma sicuramente si esclude in ogni caso l'applicazione delle tip.

L’Unghia Naturale, o quel poco che resta, viene ricoperta impedendo di mangiare l’unghia con il gel duro e resistente che funziona da barriera, ma è anche vero che i denti riescono a rovinarlo fino anche a staccarlo.

Se l’Onicofagia è di tipo lieve, è possibile allungare l’unghia circa un terzo dell’unghia a disposizione, con l’aiuto delle cartine, mentre se l’Onicofagia è grave, i primi trattamenti serviranno a coprire appena sul polpastrello.

Questa tecnica viene chiamata PONTE.

Si potrà ricoprire con un gel coprente rosa naturale così da sembrare un letto ungueale naturale e poi si può fare un french sottile proporzionato alla lunghezza dell'unghia.

Questi casi di ricostruzione sono da seguire almeno ogni dieci giorni facendo all'inizio anche refil più ravvicinati, 

anche perchè spesso i primi reggono meno , si rompono gli angoli del bordo libero a causa del fatto che la cliente non è abituata ad avere le unghie lunghe. Ma il nostro scopo primario sarà quello di non fare più rosicchiare le unghie alla nostra cliente e permettere che le sue unghie naturali crescano piano piano e ci permettano di eseguire un bel lavoro anche curando meglio l'estetica delle ricostuzioni future.

Ti ho preparato un bel regalo, un Video Tutorial interamente realizzato da me su una mia cliente con un problema di Onicofagia di medio livello, su come fare un allungamento con cartine proprio affrontando e risolvendo tecnicamente questo tipo di problema e difficoltà, cosi potrai osservare e capire meglio come poterla realizzare anche tu…

Allora… Buon video!!!

 

 

A presto… Ciao ciao dalla Tua

Clara Costa

 

Related posts:

"Corso di Ricostruzione Unghie Professionale"

"Imparerai la professione della Ricostruzione Unghie in modo facile, veloce e stando comodamente a casa tua !!! Garantito al 100 %"

  • Accesso immediato e GRATUITO !
  • Riceverai molti video dimostrativi GRATUITI
  • Apprendimento al 100%
    (le migliori tecniche di Ricostruzione Unghie)!
  • Possibilita di rivedere le tecniche quante volte vorrai !
  • Solo dopo deciderai se acquistare il Corso Completo !
  • Massima chiarezza !
  • Comodamente da casa tua !
Accedi Adesso ai Primi Video Dimostrativi

Inserisci Il Tuo Nome e La Tua Email Qui in Basso Per Accedere Ora..

Leave A Reply (6 comments So Far)


  1. Luisa
    7 anni ago

    Ciao Clara!!
    come sempre i tuoi video sono molto interessanti!! proprio domani comincio ad imparare il metodo della ricostruzione con cartina (sulla mia cavia prediletta,mia suocera!!ahahah) visto che è un metodo che devo imparare assolutamente perchè è importante quanto quello delle tips! soprattutto sulle clienti onicofagiche…dove non si può applicare la tip,non ho mai avuto il tempo d impararlo mai questo metodo,anche perchè mi ha sempre spaventato il fatto di dover inserire benissimo la cartina…mi spaventa il farlo a chi non ha proprio bordo distale….chi le ha sotto terra….come faccio a ficcare perfettamente sotto la cartina??? 🙁 cmq domani farò la mia prima prova…speriamo bene….
    Posso chiederti perchè nel corso il gel base al metodo cartine viene applicato dopo l inserimento della cartina e qui prima?
    Un grosso abbraccio.
    Grazie
    Luisa


  2. admin
    7 anni ago

    Tranquilla con l'esperienza piano,piano tutto sarà chiaro e semplice.

    Comunque la cartina devi semplicemente appoggiarla al polpastrello come fosse un continuo del polpastrello anche perchè non c'è bordo libero dove inserire sotto la cartina.

    Nel caso dell'onicofagia metto prima il gel per crearmi un letto ungueale che copra il polpastrello e poi appoggio la cartina di seguito.Comunque questo metodo si può fare anche a chi ha un pò di bordo libero è corretto in entrambe i casi ma semplicemente due midi diversi.A volte vi faccio vedere metodi diversi per arricchirvi della mia esperienza .

    Ciao un bacione

    Clara


  3. Giovanna
    6 anni ago

    Ciao sono Giovanna,
    volevo un consiglio circa la ricostruzione con ponte.
    Una volta steso il gel sull’unghia lo trascino anche sul polpastrello, dopo asciugato in lampada, il gel attaccato al polpastrello devo staccarlo pian piano in modo da creare il bordo libero sotto il gel e attaccare la cartina. O il gel devo lasciarlo attaccato al polpastrello e poi metterci la cartina di seguito. Vorrei un consiglio, nn vorrei che poi il gel si alzasse subito dopo pochi giorni.
    Grazie in anticipo


    • Clara Costa
      6 anni ago

      Carissima Giovanna,
      l’esecuzione corretta è quella che hai citato per prima, ovvero staccare il gel dal polpastrello per creare un bordo libero dove infilare la cartina. Se hai bisogno di avere risposte su altre domande chiedi pure che io sono qui per aiutarti. Ciao, un abbraccio con affetto dalla tua Clara Costa.


  4. Katia Lentini
    5 anni ago

    Ciao cara Clara, sono nuova nel mondo della ricostruzione, ho fatto un corso di una settimana dove non ci hanno assolutamente parlato del metodo ponte. Sono allibita. Le mie ultime tre clienti erano onicofagiche con unghie rosicchiatissime dove non esisteva bordo libero e c’era tanta pelle, come se l’unghia fosse sotto appunto. E io cosa ho fatto?? Ho incollato delle tip, il lavoro è venuto bene perchè ho usato il make up, ma non penso che durerà molto. Quindi non si deve mai mettere la tip su un unghia così cortissima? Io in effetti costruisco solo a cartine, le tip credevo di doverle usare solo in casi come questi, io appena ho un pò di bordo libero, hop sempre e solo cartina. Grazie in anticipo


  5. ester
    5 anni ago

    ‘Ciao, sono Ester,
    sono molto interessata a questo tipo i problema in quanto devo effettuare una ricostruzione su unghia onicofagica grave. Solo un dubbio, nel video nn si capisce se la cartina viene poggiata sull’unghia o subito sotto il bordo libero. grazie.